dormire in tenda

Dormire in tenda: 8 consigli per dormire comodi outdoor

Dormire in tenda è sicuramente una delle esperienze più eccitanti del campeggio. Certo, sono molti gli aspetti che hanno deciso di farti partire per un viaggio in natura, ma dormire all’aperto, magari con una tenda da campeggio, è sicuramente uno dei momenti più entusiasmanti dell’intera esperienza.

Dormire bene lontano dalle comodità di casa e in mezzo ai rumori della natura, però, non è sempre così semplice. Restare riposato, d’altronde, è uno dei requisiti fondamentali per godere al meglio delle meraviglie che un campeggio può offrire.

Quali sono, quindi, le principali accortezze o i consigli fondamentali per ottimizzare il sonno? Continua a leggere e scopri i nostri consigli per dormire bene in tenda durante un campeggio.

Il Materassino

Potrà sembrare scontato, ma un buon materassino è essenziale per una buona fase del riposo durante il campeggio. Difatti, oltre alla sua comodità, il materasso permette e favorisce l’isolamento termico, separando in maniera efficiente il corpo dal pavimento/terreno, tenendolo dunque ad una temperatura stabile. Il mercato presenta molti modelli di materassini differenti pensati per attività di campeggio: si parte dai classici gonfiabili, passando per i materassi a schiuma e arrivando alle amache o alle brandine. Di conseguenza, la scelta varia soprattutto in base alle proprie esigenze e al tipo di campeggio che desideri intraprendere.

Leggi anche: Materassino da campeggio: recensioni e consigli per l’acquisto

Il Sacco a pelo

Anche il sacco a pelo non può assolutamente mancare come soluzione per dormire in tenda. Anche in questo caso la parola d’ordine è comfort: devi scegliere un’opzione che ti protegga e ti mantenga caldo tenendo conto della stagione e del luogo in cui lo userai (un campeggio in alta montagna è ben diverso da uno sulla spiaggia!), senza trascurare ovviamente la comodità di utilizzo. Altra cosa da considerare quando si acquista un sacco a pelo o saccoletto sono la tipologia e le misure: fai molta attenzione a questi fattori e cerca di investire in un sacco a pelo che faccia al caso tuo e che sia adatto al campeggio che affronterai.

Leggi anche: Quale sacco a pelo scegliere? Guida completa

Tappi per le orecchie

Ricorda che sei totalmente immerso nella natura, e questo comporta anche alcuni svantaggi. Se hai il sonno leggero, dunque, ti consigliamo di utilizzare dei tappi per le orecchie, in modo tale da isolarti da ciò che succede all’esterno della tenda, e dunque ottimizzare il sonno. Può capitare infatti che i versi degli animali, il fruscìo degli alberi o altri suoni legati alla natura possano darti fastidio, perciò, avere i mezzi per isolarsi nel modo giusto può essere molto importante per la qualità del riposo.

Maschera per gli occhi

Questa può essere di grande aiuto qualora il tuo bivacco sia posto in una zona con delle luci o comunque non completamente buia. In questi casi, la maschera da notte ti aiuterà ad isolarti dalla luce e dunque di riposare senza essere disturbato. Per un risultato infallibile, considera l’accoppiata tappi-maschera!

Cuscini e coperte termiche

Se desideri poi ottimizzare ancora maggiormente il comfort della tua esperienza, allora considera di portare con te un cuscino e qualche coperta. La quantità è ovviamente a discrezione tua, ma poter “ammorbidire” la tua postazione potrebbe davvero fare la differenza. Porre delle coperte inoltre, riscalda maggiormente e amplifica l’isolamento termico, proteggendoti dal freddo praticamente in qualsiasi situazione. Il cuscino è puramente un fatto di gusto: i sacchi a pelo più moderni infatti, sono colmi e imbottiti con diversi materiali, ma per alcuni potrebbe essere difficile separarsi dalla comodità di casa; proprio per questo, il cuscino non può mancare in questa lista.

L’abbigliamento

Potresti non averci pensato subito, ma anche l’abbigliamento gioca un ruolo importante in questi casi. Dormire usando un pigiama o dei vestiti puliti proprio per l’occasione, favorisce il buon riposo. Bisogna dunque scegliere appositamente degli abiti per dormire, facendo molta attenzione alla loro pulizia e sistemazione. Dormire con un pigiama pulito in un sacco a pelo, ti permette anche di mantenere lo stesso sacco in ordine e pulito, in modo tale da usarlo anche per più giorni di fila senza il bisogno di lavarlo.

Bere

Bere è importante, e bere tanta acqua durante la giornata lo è ancora di più per mantenere il corpo idratato. Quando sei in campeggio però, specialmente prima di dormire, devi fare attenzione alla quantità di liquido che ingerisci. Esagerare con il bere infatti, potrebbe portarti al risveglio notturno per i tuoi bisogni fisiologici e dunque interrompere il sonno. Il nostro consiglio è quello di affidarsi a tisane rilassanti o bevande calde, in modo tale da non stressare la vescica: ricordati sempre che non sei nella comodità della tua casa, e anche piccole interruzioni come questa alla lunga potrebbero compromettere la fase del riposo notturno.

Il cibo

La stessa cosa vale per il cibo. Durante il campeggio, non può mancare un bel barbecue e dunque è chiaro come il cibo possa realmente diventare una delle componenti più frequenti di un viaggio di questo genere. Nonostante ciò, non esagerare con la quantità di cibo che mangi prima di andare a dormire: la carne arrostita o comunque il cibo da campeggio in generale, può infatti rallentare molto la digestione. Ti consigliamo perciò di anticipare leggermente l’orario delle tue grigliate, in modo tale da lasciare il tempo necessario per la digestione e permettendoti così di riposare in tranquillità.

Leggi anche: Cosa cucinare in campeggio- idee e ricette